AMI

Disegnami nei contorni delle tue dita 
Frugami in ogni dove e oltre il corpo nello spazio cosmico 
Tratteggiami come tessitura nei campi di girasoli
Sorseggiami dalle labbra petali fioriti
Occhi aperti dell’umanità 
Graffiami segni indelebili
Raccontami, delle notti fammi regina
Spalancami fammi entrare e dall’oscurità fa che risplenda
Solcami tra le pieghe le rughe del tuo volto
come Sheherazade novellami 
come luna piena riverberami
Contemplami come miraggio tra le dune mosse e le colline che attraversano la materia
Riferiscimi le cicatrici sulla mia anima 
Prosciugami legami attraversami con il 
tuo inchiostro 
Scarabocchiami e rendimi eterna 
Immortalami in una nota nel tempo superficie  autentica e fa del marmo una gemma…

Trastullami, dalla coppa bevimi come il vino che diviene dogma
Transustanziami parole speziate di coriandolo garofani ambra dorata di miele
Incensami in bagni caldi e nei mari di effluvi
Navigami sulle correnti che non si arrestano sui paesaggi marini cantami…
Adornami nei tuoi occhi 
Saziami dalla fonte
Bramami sul nido del mondo che accoglie ramoscelli di seta, bozzoli intessuti…

Vanna Piacente Denies

Danzatrice e performer di teatro danza, maestra in danze orientali, compie studi in discipline delle spettacolo, si specializza in pedagogia e educazione del movimento, conduce incontri, laboratori in centri per l'infanzia, scuole associazioni, case famiglia. Come linked agence facilita connessioni per lavorare con la comunità. Il suo percorso artistico è in continuo divenire, si definisce una donna che cammina e prova a scrivere i propri passi. 

Tags: